lunedì 18 febbraio 2013

La profezia dimenticata




Ad una settimana dal clamoroso annuncio di Benedetto XVI affiora un suo significativo pronunciamento

Marco Bardazzi
Roma

Una Chiesa ridimensionata, con molti meno seguaci, costretta ad abbandonare anche buona parte dei luoghi di culto costruiti nei secoli. Una Chiesa cattolica di minoranza, poco influente nella scelte politiche, socialmente irrilevante, umiliata e costretta a “ripartire dalle origini”.

Ma anche una Chiesa che, attraverso questo “enorme sconvolgimento”, ritroverà se stessa e rinascerà “semplificata e più spirituale”. E’ la profezia sul futuro del cristianesimo pronunciata oltre 40 anni fa da un giovane teologo bavarese, Joseph Ratzinger. Riscoprirla oggi aiuta forse a offrire un’ulteriore chiave di lettura per decifrare la rinuncia di Benedetto XVI, perché riconduce il gesto sorprendente di Ratzinger nell’alveo della sua lettura della storia.

(Continua)

15 commenti:

  1. Non so ovviamente quali siano le ragioni profonde che hanno indotto il Papa a lasciare il suo pontificato, so solo che qualunque sia la sua scelta è stata sicuramente portata con mano dallo Spirito Santo.
    Non siamo noi a dover dire a Dio come si deve comportare è piuttosto Dio che ci propone la strada e lascia a noi il libero arbitrio sulle nostre decisioni.
    A Benedetto XVI vadano le nostre preghiere affinché riesca a sopportare il più serenamente possibile questa dura prova.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho postato questo articolo di Vatican Insider perchè mi è sembrato molto interessante. Purtroppo in questi giorni troppi credono di conoscere tutte le motivazioni di Papa Benedetto. Anch'io sono convinta, per fede, che è lo Spirito Santo a condurre la Chiesa e mi unisco al tuo invito alla preghiera anche per il Conclave che ci darà il nuovo Papa. Ciao Nik.
      Paola

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie a te per aver apprezzato.
      paola

      Elimina
  3. Ciao Paola, condivido le parole di Nik, proprio oggi a pranzo facevo questo ragionamento con mio marito.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rimando alla risposta che ho dato a Nik. A noi resta soltanto di pregare per lui e per la Chiesa. Un abbraccio.
      Paola

      Elimina
  4. Speriamo che la chiesa ritrovi se stessa e non continui così.

    Baci

    RispondiElimina
  5. Paola, questa storia ha lasciato sbigottiti i credenti.
    Preghiamo per la Chiesa.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che sbigottita io sono rimasta addolorata. Mi piaceva questo Papa, umile nella sua grandezza. Preghiamo Gus.
      Paola

      Elimina
  6. Interessante questo testo. La Chiesa sta passando da anni momenti molto tristi. Tutto il clero ha bisogno della nostra preghiera. Noi dobbiamo avere sempre la certezza che il Signore non abbandonerà mai la sua Chiesa. Notte a te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La nostra preghiera è fondamentale e, come tu dici, ci aiuta nella certezza che Gesù è sempre con lei, come aveva assicurato.
      Buona notte carissima.
      Paola

      Elimina
  7. La Chiesa la faceva da padrona sull'ignoranza dei popoli,oggi tutti,fortunatamente, sono più scolarizzati e possono vivere senza una Chiesa padrona delle anime ma soppratutto del libero pensiero.
    Fortunatamente la Chiesa è poco influente nelle scelte politiche,perche siamo ancora un popolo libero, democratico, e libertario e non una vergognosa Teocrazia.
    Un caro saluto ,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna che, a differenza di molti, ammetti che la Chiesa non influisce sulle scelte politiche e non le attribuisci i mali dell'Italia.
      La Chiesa è la società dei veri cristiani, cioè dei battezzati (catechismo della mia infanzia) ed io sono orgogliosa di appartenere ad essa nella quale mi sono sempre sentita molto libera e protetta come in una vera famiglia. Non comprendo perchè molti la odiano, pur non essendo costretti a sottomettersi alle sue leggi.
      Un caro saluto a te.
      Paola

      Elimina
  8. Sono preoccupata per la nostra Chiesa, ogni giorno una nuova notizia che appunto preoccupa e ci porta a comprendere il perchè questo Papa abbia rinunciato. Non giudichiamo e preghiamo! Ciao Paola Buonanotte

    RispondiElimina
  9. Beh, sicuramente ci sarà un disegno più alto che prevede un cambio in questo momento al timone della Chiesa. Non ci resta che aspettare...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...