sabato 9 gennaio 2010

Una poesia bellissima che non ricordavo





                             
Che cos'è una mamma



Una mamma è come un albero grande



che tutti i suoi frutti dà:


per quanti gliene domandi


sempre uno ne troverà.


Ti dà il frutto, il fiore e la foglia,


per te di tutto si spoglia,


anche i rami si toglierà.


Una mamma è come un albero grande.


Una mamma è come una sorgente.


Più ne toglie acqua e più ne getta.


Nel suo fondo non vedi belletta:


sempre fresca, sempre lucente,


nell’ombra e nel sole è corrente.


Non sgorga che per dissetarti,


se arrivi ride, piange se parti.


Una mamma è come una sorgente.


Una mamma è come il mare.


Non c’è tesori che non nasconda,


continuamente con l’onda ti culla


e ti viene a baciare.


Con la ferita più profonda


non potrai farlo sanguinare,


subito ritorna ad azzurreggiare.


Una mamma è come il mare.


Una mamma è questo mistero:


tutto comprende, tutto perdona,


tutto soffre, tutto dona,


non coglie fiore per la sua corona.


Puoi passare da lei come straniero,


puoi farle male in tutta la persona.


Ti dirà: <Buon cammin, bel cavaliero!>


Una mamma è questo mistero.


 



                               F. Pastonchi



8 commenti:

  1. Ricordi quando a Natale ho parlato della mia amica di 102 anni? Non sempre è presente a se stessa e agli altri una delle poche volte che ha parlato a tavola è stato quando si parlava della mamma e ha detto "la mamma è sempre la mamma"

    RispondiElimina
  2. Io da mamma (ma anche da figlia) mi sono commossa.

    RispondiElimina
  3. La poesia è bellissima, e di mamme così ce ne sono tantissime ma nessuno ne parla. Hai messo questo stupendo dipinto di Klimt che adoro, brava!  Bacioni cara :)

    RispondiElimina
  4. Quando me la fecero imparare a memoria, non ho provato  l'emozione che mi ha dato oggi, rileggendola.Grazie per avermi  fatto riflettere sul fatto che i sentieri non basta percorrerli una volta soltanto. Dovevo diventare nonna perchè queste parole mi svelassero il grande mistero dell' amore nella vita donata agli altri.

    RispondiElimina
  5. hai ragione, è una bellissima poesia. E anche mia madre, che ha dimenticato tutto, ma proprio tutto, l'unica persona che riconosce in fotografia, l' unica persona di cui chiede continuamente notizie, è la sua mamma...peccato che non la possa proprio accontentare...

    RispondiElimina
  6. AFFABILE:  ti prego di leggere il commento di Kathe. E' incredibile come ci si possa dimenticare di tutto, ma non della mamma, anche se è scomparsa da moltissimi anni.

    PIT: credo che chi è giovane come te non l' abbia mai letta e quindi ne sia maggiormente colpito.

    SARA: sai che non conoscevo questo pittore? Mi incuriosisce molto. i suoi quadri sono particolari. Bacioni a te.

    PRIMAPAROLA: e tu hai rivelato a me una cosa cui non avevo mai pensato: è necessario ripercorrere i sentieri lungo il corso della vita. Io ho riletto a apprezzato i promessi Sposi dopo averli un pochino odiati a scuola.

    KATHE: quando mi parli di tua madre mi viene sempre il "magone", come diciamo noi Piemontesi. Questo commento poi è molto commovente. Ti sono vicina.



    RispondiElimina
  7. RICCARDO: penso che l' apprezzerà.



    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...