venerdì 24 settembre 2010

Luciana Bianchi Cavallari


Già altre volte vi ho presentato questa brava scrittrice che parla del suo lago (Como). Sono sempre più ammirata per la immediatezza dei suoi versi che sono un inno alla natura e una carezza per il cuore.
Vi propongo una delle sue ultime poesie.



Settembre...






Dismessi gli abiti d’estate,
s’abbiglia il cielo settembrino
in nuvolaglie e nebbie cupe,
fluttuanti e basse all’orizzonte. 

Da calma, repentina si fa brusca
e cambia la corrente: d’impeto
gioca con i suoi venti il Lario,
scompigliando l’acque e l’onda.

Va bussando incipiente, l'autunno:
la pioggia insistente, l’accompagna.

 




© Luciana  

7 commenti:

  1. La tua tenera e delicata sensibilità e dolcezza Paola, mi sono viatico e sprone...ti ringrazio, davvero con il cuore... 
    Un abbraccio  ; ))
    luciana

    RispondiElimina

  2. VANY: sono felice che tu abbia apprezzato questa poesia.

    LUCIANA: in te la bravura e l'amore si fondono a creare suggestivi squarci.
     Verrò a visitare gli altri Blog. Grazie.

    RispondiElimina
  3. Grazie cara Vany e altrettanto a te.

    RispondiElimina
  4. ho scritto una poesia un pò simile sul vento.

    RispondiElimina
  5. Verrò a leggerti. Benvenuta nel mio Blog. Paola

    RispondiElimina
  6. Bella poesia! Piaciuta molto e piaciuta anche la musica di sottofondo. Buonanotte! :-))

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...