martedì 6 maggio 2008

MALINCONIA


Neve sui monti di Oropa 020 Perché io non vedo la luce?
C’è il sole, il caldo incipiente.
Nell’ animo subdolo entra
un freddo che nome non ha.

Lo ascolto, analizzo, gli chiedo
perché proprio oggi egli arrivi.
Vorrei estirparlo dal cuore,
scacciarlo lontano da me.

In lacrime ora si scioglie,
si posa sul foglio che, amico,
lo accoglie e spazio gli dà.
 
Sollevo lo sguardo a fatica,
la luce non riesce a filtrare:
il buio insistente si fa.

13 commenti:

  1. utente anonimo7 maggio 2008 13:57

    Bellissimi questi versi nella loro tristezza che riesci a trasmettere, assieme alla voglia di pianto. E' un momento, passerà... e la Luce tornerà ad illuminare la tua anima. Un bacio Anna

    RispondiElimina
  2. Sono versi veramente belli nella loro semplicità.Fatti coraggio,sono momenti che passiamo tutti ma poi svaniscono.Ti saluto.Roberto

    RispondiElimina
  3. @ Anna e Roberto.

    Quando mi prende la tristezza sto male, ma ne consegue una vena, diciamo, "poetica" che non avverto in altri momenti. Vi ringrazio del sostegno caloroso. Oggi va meglio.

    Un abbraccio a entrambi.

    RispondiElimina
  4. triste compagna la malinconia... coraggio! poi sorge il sole...

    RispondiElimina
  5. La malinconia è un sentimento così subdolo...S'insinua nell'animo umano e conduce lentamente alla depressione. E' un sentimento assolutamente negativo. Meglio la nostalgia: è più dolce e -a tratti- bella. Un bacio forte

    RispondiElimina
  6. @yetiste - Grazie dell'incoraggiamento.

    RispondiElimina
  7. @cettyna - Le tue parole dicono il vero. La depressione è sempre in agguato. Grazie della tua presenza

    RispondiElimina
  8. ciao. Bei versi, tristi, ma non cedere, c'è il sole la primavera, tutto si risveglia, vedrai anche tu, basta volerlo. ciao buona notte penny

    RispondiElimina
  9. quanta intimità e discrezione in questi versi

    limpide lacrime purificatrici amarezza di un vivere che ci appartiene ma che vorremmo mutare strappando l'oscuro velo dei rimpianti per lasciarci penetrare dalla luce della speranza


    Grazie del tuo passaggio

    Sil

    RispondiElimina
  10. E' proprio quando la natura esplode con la sua bellezza e luminosità che, dentro di noi, scende il buio, quasi a voler contrastare questa esuberanza, come se volessimo negarci tanta bellezza, pensando a quanto sia ingiusto che chi amiamo non sia con noi a godersi la vita che rinasce. Per fortuna che, prima o poi, passa, vero Paola?Ti abbraccio molto molto forte.

    RispondiElimina
  11. utente anonimo10 maggio 2008 17:14

    stupende parole Paola..ti abbraccio, e vorrei farti gli auguri per domani, sei una donna speciale e mamma speciale..ciao Ele


    ps: ti ho chiamata ma nn c'eri, bacio

    RispondiElimina
  12. Ho postato un fiore per voi, cari amici.

    Vi auguro buona domenica. Paola

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...