giovedì 6 dicembre 2012

Sacro Monte di Varallo

Cappella dell' Adorazione dei pastori

Avvicinandosi il Natale sto ricercando sul Web immagini della Natività; mi piacciono e mi ispirano molto quelle artistiche, opera di autori del passato. 
Oggi mi sono imbattuta in questa foto che ha ravvivato in me ricordi un po' offuscati dal tempo.

Ero bambina quando i miei genitori mi portarono a visitare il Sacro Monte di Varallo. Distava da casa mia una quindicina di chilometri e una domenica prendemmo la corriera fino alla cittadina valsesiana.   Il Sacro Monte si raggiungeva con una funivia che saliva parallela al monte dal basso all'alto.
Non vi dico lo spavento quando vidi la cabina scendere per prelevarci (ero una bambina paurosa) e mio papà dovette usare tutte le sue risorse per convincermi a salire.
Alla fine cedetti, dopo l'acquisto di una bambolina nel negozio di fronte alla funivia. Non era abitudine dei miei genitori usare questi metodi a quei tempi, ma forse capirono che altrimenti sarebbero tornati a casa senza aver visitato il luogo sacro.



Dopo quel lontano  giorno ho visitato molte altre volte il sacro Monte, ora raggiungibile anche in auto; vi ho portato le mie classi quando insegnavo. 
Oltre ad essere un luogo sacro e ricco di arte è anche un bellissimo parco naturale e, specialmente in estate, vi si può trascorrere una giornata serena all'aria aperta, passeggiando di cappella in cappella. 


  Cappella della Natività



Dal sito del Sacro Monte qualche notizia.

Il Sacro Monte sorse per iniziativa del Beato Bernardino Caimi, che, di ritorno dalla Terra Santa (alla fine del 1400), volle ricreare in piccolo i luoghi della Palestina.
Al progetto settant'anni più tardi si interessò anche S. Carlo Borromeo, che diede nuovo impulso all'opera e la denominò "Nuova Gerusalemme".
Il complesso degli edifici, una cinquantina, è stato costruito nel corso di un paio di secoli. Ogni cappella rappresenta, con affreschi (circa 4.000 figure) e con gruppi di statue (circa 400), scene della vita di Gesù e di Maria.
Fra gli artisti più importanti che hanno lavorato a Varallo c'è Gaudenzio Ferrari, che collaborò con il fondatore ad avviare il S. Monte: sua è la grandiosa cappella della Crocifissione. 
Il S. Monte di Varallo, per la bellezza del luogo, per le sue testimonianze di fede e di arte, costituisce un monumento unico nel suo genere.


QUI un video del Sacro Monte

13 commenti:

  1. Ciao Paola, anche noi ci andiamo spesso , a mio marito piace tantissimo. Anche a me piace molto, è ricco d'arte e si respira una pace che fa stare bene...dico sempre che prima o poi devo andare a passarci due o tre giorni per ossigenare lo spirito.
    Ciao, un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, cara Antonella, per la tua presenza. Io lo sono un po' meno. Oggi ho trovato questa bella foto del sacro Monte e mi ha ispirato. Il tuo Blog è molto bello,lo seguo, ma a volte non commento perche non sono connessa. Ciao. Ti abbraccio.
      Paola

      Elimina
    2. Ciao Paola, non importa, quando ti va commenti e sono sempre commenti interessanti e intelligenti e questa è la cosa importante.
      Ciao, a presto.
      Antonella

      Elimina
  2. Sono stato a Varallo un paio di volte ma non ho mai visto il Sacro Monte, il giorno che riuscirò nuovamente a gironzolare liberamente senza impegni badanteschi a casa andrò senz'altro a vederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne vale la pena Nik. Guarda le foto sul sito. Ciao.

      Elimina
    2. Ci sono andata anch'io accompagnando, come mamma, le classi dei miei figli. Ho fatto il giro delle cappelle. Bellissimo. Ricordi se era lì che Papa Paolo Giovanni II è venuto? Mi pare di sì. Grazie Paola per le immagine belle che ci doni e con loro momenti da ricordare! Un abbraccio.

      Elimina
  3. Anche io ci sono andata quando Alessio era piccolo!! Una bellissima gita, bellissime le Cappelle!! Che bei ricordi....un grosso abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Molto bello questo tuo post con i ricordi. Ho sentito parlare di questo santuario perchè c'erano andati anni fa i miei genitori.
    Buona festa dell'Immacolata..bacioni

    RispondiElimina
  5. È davvero un luogo particolare, sia per la posizione che per la storia...
    Un saluto affettuoso e buona serata!

    RispondiElimina
  6. Non conosco il posto ma tu lo descrivi benissimo e deve essere un luogo molto bello.Visito spesso il Piemonte e non perderò l'occasione per conoscere Varallo e i suoi dintorni.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
  7. Letto tutto curiosamente e piacevolmente.
    Certi luoghi lasciano tracce in noi, tu ne sei testimone e ci coinvolgi.
    Grazie Paoletta...
    Dolce notte ♥ vany

    RispondiElimina
  8. A Varallo ci andavo già da bambino, e ci ritorno spesso, qualche domenica pomeriggio.
    Località Gaudenziana per eccellenza, ne rimango sempre affascinato, di fronte alle opere d'arte ed alle maestose "scenografie" delle cappelle del Sacro Monte, così come davanti alla "Parete gaudenziana".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu allora non abiti troppo lontano da Varallo. E' una cittadina che vale la pena visitare per molti motivi. Ho saputo che c'è anche una Pinacoteca che io però non ho mai visitato. Buona giornata. Grazie.
      Paola

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...