giovedì 10 aprile 2008

Occhi velati

.


...poi un giorno
il dolore riesplode
come un masso
che opprime
e non scioglie,
giunge agli occhi..
 indietro ritorna:
un rifiuto è la loro
risposta.

Prepotente ritorna
all' attacco:
"No, le lacrime
non regaliamo,
uno sguardo velato
soltanto"

Censorina





6 commenti:

  1. utente anonimo10 aprile 2008 18:08

    ...è un pò come mi sento io!.., ..ma le lacrime spesso liberano l'anima.. ciao Duchessa... A.

    RispondiElimina
  2. Gli occhi rifiutano le lacrime liberatorie e il masso rimane..

    RispondiElimina
  3. Certi massi non si rimuovono nemmeno con miliardi di lacrime, restano lì, talvolta latenti, talvolta palesi, ma sempre saldamente dentro di noi. Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  4. utente anonimo12 aprile 2008 10:57

    Molto bella e significativa , anche se non so e non conosco di quale sostanza o peso potrebbe esere il masso trovo giusto non chiudersi nella nella totale angoscia , non ci si può e non ci si deve abbandonare alla sofferenza ma cercare e trovare la chiave giusta per aprire uno spiraglio dove adagiarla e far si che non ce ne dia continuo moto .

    Lo so è facile parlare dall'esterno , ma spero che sia un motivo che ti facci distaccare da essa anche solo per un minuto .

    Ciao gigi

    RispondiElimina
  5. utente anonimo15 aprile 2008 10:50

    Il pianto non viene quando sa di non poter consolare.

    In tal caso bisogna amare il proprio dolore come un dono di Dio.

    Forse, allora, le lacrime verranno e, versate abbracciando, anche solo con l'anima, il sofferente attore del medesimo dispiacere, saranno di gioia.

    RispondiElimina
  6. Vale firma al precedente messaggio (15 Aprile 2008 - 09:50); non ero loggata.

    Abbi una buona giornata, censorina.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...